STAGIONE 2018-19
STAGIONI PASSATE:



ALTRI APPUNTAMENTI:
Giovedì 25 aprile 2019 • ore 21.00
AL MOULIN ROUGE
parigi, 1900. christian è un giovane aspirante scrittore londinese, un...
Venerdì 26 aprile, ore 21.00
MA CHI CE L’HA FATTO FARE?
  il titolo dello spettacolo calza a pennello al nostro modo...
Mercoledì 1 maggio, ore 21.00
QUELLA…QUALLA…. DELLA PAGALLA
ilustrissime signore e signori, noi “pelly-zoma” siamo un gruppo di...
 
STAGIONE 2018-19
Crema in scena
 
EVENTO
LA BELLEZZA DELLA LIS
quando:  16 maggio, ore 21.00
alle ore: ore 21.00
dove: Teatro San Domenico
APPUNTI

segni e parole
regia di Pietro Arrigoni
con il patrocinio di ENS ONLUS Ente Nazionale Sordi

Lettura a due - uno spettacolo per udenti e sordi
per un pubblico di adulti e bambini
tratto dal romanzo "Il grido del gabbiano" di E.Laborit
con Chiara Gritti - segni -  e Corinne Zanelli - voce -
Emiliano Milanesi sound designer
scenografia realizzata con i disegni degli alunni di Scuola Audiofonetica Fondazione G.Cavalleri di Brescia
Fotografia di Adriano Treccani e di Antonio Bottari (fotografo di ENS ONLUS)

Promuovere i valori dell'integrazione e della diversità attraverso l'arte e il teatro in particolare. 
Questo è l'obbiettivo che il regista Pietro Arrigoni si è prefissato quando ha ideato questo progetto teatrale

" Il grido del gabbiano" scritto da Emmanuelle Laborit

 "Gli occhi sono le mie orecchie. Scrivo, così come posso esprimermi a segni. Le mie mani sono bilingui. Vi offro la mia diversità.
 Il mio cuore non è sordo a nulla in questo duplice mondo".
Mi sono emozionato, ho riso e capito leggendo questo libro che mille mie parole ho pronunciato inutilmente.
P.A.

Rompere le barriere della comunicazione tra il mondo dei sordi e quello degli udenti 
ci dimostra che le diversità sono il fondamento di una società, e non città sconosciute e isolate, città silenziose.

La città dei sordi non è silenziosa agli udenti, e l’obiettivo di questa “lettura a due” di alcuni capitoli del romanzo di E. Laborit, utilizzando la propria lingua (la LIS e la voce) che il pubblico, anch’esso sordo e udente, possa condividere momenti poetici, ironici e melanconici attraverso l’esperienza di una comunicazione che parla con le mani, ascolta con gli occhi, 
e che comunica andando oltre le parole e dentro le parole.

In scena due giovani donne Corinne Zaninelli e Chiara Gritti  guidate dal regista Pietro Arrigoni, con le musiche e le vibrazioni create dal sound designer Emiliano Milanesi, cercheranno di  trasmettere emozioni forti anche agli udenti che la LIS non la conoscono,
grazie a quei gesti universalmente riconosciuti che rappresentano la bellezza del linguaggio.

Attraverso la lingua dei segni, “lettura a due” mira a sviluppare, nei confronti degli udenti,
una maggiore conoscenza e coscienza dell'espressività del proprio corpo, un’espressività non adoperata,
nascosta perché non necessaria a loro ma così bella e indispensabile alla comunicazione non solo dei sordi.

ALTRE INFORMAZIONI

Biglietti:

POSTO UNICO € 10,00