STAGIONE 2022-23
STAGIONI PASSATE:



ALTRI APPUNTAMENTI:
20 dicembre, ore 21.00
Il mercante di Venezia
siamo a venezia nel xvi secolo in una società dove il denaro muove il...
22 gennaio, ore 18.00
La giovinezza è sopravvalutata
“tutto è iniziato il giorno in cui ho accompagnato mia madre...
18 febbraio, ore 21.00
Lisistrata di Aristofane
lisistrata imperversa da quasi 2500 anni sulla stupidità,...
 
STAGIONE 2022-23
Prosa
 
EVENTO
La cena dei cretini
quando:  4 dicembre, ore 18.00
alle ore: ore 18.00
dove: Teatro San Domenico
APPUNTI

Di Francis Veber con Nino Formicola, Max Pisu, Alessandra Schiavoni, Andrea Zanacchi e Marco Vanzini
scene e costumi Pamela Aicardi
traduzione di Filippo Ottoni
regia Nino Formicola
produzione Manifatture
Teatrali Milanesi

Ogni mercoledì sera, un gruppo di amici della Parigi bene, stanchi e annoiati, organizzano la cosiddetta "Cena dei Cretini" dove saranno presenti ignari personaggi creduti stupidi, per riderne e farsene beffa tutta la sera. Ma non
sempre le cose vanno come ci si aspetta. François, il “cretino” di questa serata, invitato e scovato da Pierre, ribalterà la situazione passando da vittima… a carnefice!
Riuscirà infatti a creare una serie di problemi a Pierre, arrivando persino a mettergli in crisi il matrimonio, in un crescendo di gags, malintesi e situazioni comiche paradossali ed esplosive. Scritta negli anni Novanta, La cena dei cretini è una delle commedie più famose al mondo. La commedia di Veber da più di vent’anni diverte,
affascina ed emoziona le platee di tutto il mondo per la trama semplice, ma di sicuro impatto comico, i ritmi incalzanti, l’ abile intreccio e i dialoghi brillanti.
Caratterizzata da un vertiginoso crescendo di errori, gags e malintesi molto divertenti, La cena dei cretini (Le dîner de cons) è un’esilarante commedia che fa ridere il pubblico dall’inizio alla fine. Divertente, brioso, veloce il copione ha una comicità irresistibile, a tratti dolce-amara, per le paradossali situazioni che i protagonisti vengono, loro malgrado, costretti a vivere.